DHITECH Scarl - Distretto TEcnologico High Tech

Stampa la sintesi o il profilo dettagliato?

Indirizzo

Via S. Trinchese, 61
73100 Lecce
(Puglia)

Telefono

+39 0832 315944

Fax

+39 0832 310252

World Wide Web

www.dhitech.it

 


Breve descrizione

Presidente:
Prof. Aldo Romano
Direttore:
Prof. Fabrizio Quarta
E-mail:
amministrazione@dhitech.it

Attività principali

La Società non persegue finalità di lucro, ha scopo consortile e quindi mutualistico e ha la finalità di sostenere attraverso l’eccellenza scientifica e tecnologica l’attrattività di investimenti in settori produttivi ad alta tecnologia e si focalizzerà sui seguenti obiettivi strategici:
- consolidamento infrastrutturale della ricerca e trasferimento tecnologico su materiali, tecnologie e dispositivi miniaturizzati per applicazioni a fotonica, elettronica, biotecnologia e diagnostica di nuova generazione, ad altissimo contenuto innovativo, attraverso la costituzione (o il consolidamento) di laboratori di ricerca e sviluppo ad alto rischio in compartecipazione con le aziende multinazionali leader nei rispettivi settori (in gran parte già presenti sul territorio);

- consolidamento di una piattaforma infrastrutturale per l’e-business management e l’intelligent management;

- sviluppo di una piattaforma per il calcolo ad alte prestazioni su grid;

- sviluppo di una piattaforma per la formazione High-Tech pre e post laurea, sia di italiani che di giovani del bacini euromediterraneo, per la creazione di un centro di attrazione per la formazione tecnologica nell’area mediterranea.

Il Distretto Tecnologico Pugliese intende sviluppare ed integrare un cluster interdisciplinare per NanoScienze, Bioscienze e Infoscienze, secondo gli indirizzi del sesto e settimo programma quadro e del piano nazionale della ricerca. Il Distretto si basa sulla presenza della rete infrastrutturale di laboratori compartecipati pubblico privato fra Università, Enti di Ricerca e Imprese high-tech Multinazionali e Nazionali esistente in particolare a Lecce.
I settori strategici del distretto si fondano su tre infrastrutture world-class che dispongono già di una fitta rete di collaborazioni internazionali, transcontinentali ed europee e un significativo indotto di industrie localizzate nel sito Leccese:
- Piattaforma Hardware (facente capo al laboratorio NNL di INFM e al settore Nanoscienze della Scuola Superiore ISUFI);

- Piattaforma e-business management e intelligent governament (facente capo al settore E-BMS della Scuola Superiore ISUFI)

- Piattaforma di calcolo ad alte prestazioni e grid-computing (facente capo a al laboratorio trasversale di HPC-High Performance Computation and Grid Computing della Scuola Superiore ISUFI).

I punti di forza della compagine societaria trovano il loro addentellato nell’Accordo di Programma Quadro tra MUR, MEF e Regione Puglia in materia di Ricerca Scientifica, stipulato il 28/4/2005. In tale Accordo sono esplicitati tipologia, obiettivo generale, presupposti e motivazioni del Distretto Tecnologico pugliese High-Tech (DHITECH), nonché la sua coerenza strategica con la strategia dell’innovazione della Regione, le direttive del Piano Nazionale della Ricerca e le tematiche di priorità del VI e VII Programma Quadro UE. In tale documento governativo, il DHITECH è considerato la realtà distrettuale più matura del territorio pugliese in materia di ricerca compartecipata Pubblico-Privato, alta formazione e trasferimento tecnologico, operante in due grandi aree di specializzazione, quali: “materiali avanzati e nanotecnologie”, e “ICT e cambiamenti organizzativi”. Queste aree di specializzazione riguardano “enabling technologies”, che impattano su diverse filiere produttive. I punti di forza del Distretto sono:
Per la componente pubblica:
- La presenza di strutture tecnico-scientifiche di eccellenza presso l’Università del Salento.

- I laboratori del settore e-Business management della Scuola Superiore ISUFI–Università del Salento, specializzati sull’ingegneria dell’innovazione digitale ed organizzativa;

- Il Laboratorio Nazionale di Nanotecnologie dell’INFM/CNR;
Per la componente imprenditoriale;

- Le strutture tecnologiche ed industriali della filiera Aeronautica (Avio SpA, Alenia Aeronautica), dell’ICT (Engineering Informatica SpA), dell’Elettronica e Microelettronica (ST Microelectronics, Selex Sistemi Integrati), della componentistica automotive (FIAMM SpA);

- Il potenziale delle reti di cooperazione con le PMI offerto dalla Confindustria di Lecce;

- Il potenziale delle relazioni con i governi territoriali locali offerti dall’Amministrazione Provinciale di Lecce.

I summenzionati punti di forza sono arricchiti dal sistema delle relazioni internazionali dei soggetti suindicati e dalla esistenza presso la Scuola Superiore ISUFI di una piattaforma metodologica, tecnologica, manageriale per l’alta formazione di giovani provenienti dall’Area Mediterranea.

Breve descrizione

Il Distretto nasce nell’ambito di un Accordo di Programma Quadro in materia di Ricerca Scientifica siglato in data 28/04/2005 tra il Ministero dell’Economia e delle Finanze, il Ministero dell’Istruzione Università e Ricerca e la Regione Puglia. La Società consortile DHITECH Scarl è stata costituita il 20/12/05 ed ha sede in Lecce.
Il Dhitech nasce al fine di realizzare un sistema di ricerca, formazione ed innovazione tecnologica dove sostenere, attraverso l’eccellenza scientifica, tecnologica ed imprenditoriale, l’attrattività di investimenti in settori produttivi ad alta tecnologia e la modernizzazione dei sistemi produttivi tradizionali.

Imprese:
6
Istituzioni di ricerca e sviluppo / R&D:
2